“Della Solitudine dell’Attore”

ELEONORA DUSE.220px-MartaAbbaEttore_PetroliniEduardo_De_Filippo

L’Attore è Solo,
è solo un Uomo, solo una Donna,
nasce al Mondo ogni sera,
su quelle lignee Tavole Preziose e Sacre,
non conosce il Tempo,le sue Convenzioni e Costrizioni,
si muove libero,
attraverso tutto lo Spazio e il Tempo

ibernhd001p1

L’Attore è Solo,
vive delle sue Parole,
quelle ripetute ogni sera sulla Scena,
che mai ha pronunciato nella Vita,
quelle che costano fatica e sudore,
che risuonano nell’aria come Melodia Originaria,
mai sentita, forse sognata…

L’Attore è Solo,
vive dei suoi Gesti,
sempre più forti e consapevoli,
perché il Viaggio che compie,
è Viaggio d’Amore e Consapevolezza,
perché è solo per Amore che ogni sera sale su quel Palco,
Amore che è Fiamma,
che tutto arde e consuma,
e non basta una Vita per consumare tutto quell’Amore,
che tiene e sostiene ogni passo,
giorno dopo giorno.

Ruggero_Ruggeri_15

L’Attore è Solo,
lì su quel Palco come nel grembo materno,
dove tutto è Vita,
dove tutto è Amore,
dove l’Impossibile diventa Possibile,
dove ogni sorriso e ogni lacrima hanno sapore antico e misterico…

L’Attore è solo,
perché il suo è da sempre,
un Cammino di Luminosa Solitudine,
perché più ci si addentra nel mistero del Teatro,
e più la distanza dal mondo aumenta,
perché è in quella solitudine, temuta e desiderata,
che riusciremo un giorno ,
a ritrovare Noi Stessi,
e il Senso ultimo e profondo di ogni cosa…

C35-Gramatica2025

L’Attore è Solo,
i suoi compagni sulla scena sono a distanza siderale,
mentre l’Atto si compie,
la partita è con Se Stessi,
e questo un buon attore lo sa,
lo ha sempre saputo,
perché non si esce mai da Se Stessi,
quando si ama,
quando si odia,
quando si soffre o quando si gioisce,
e questo il Teatro lo sa,
e lo insegna ogni giorno ,
a tutti gli Uomini di Buona Volontà.

Dedicato a chi, come me, non saprebbe vivere , e respirare , senza il Teatro.

Barbara

(immagini prese dal web,
Eleonora Duse, Marta Abba, Ettore Petrolini,
Eduardo De Filippo,Ruggero Ruggeri, Sarah Bernhardt, Irma Gramatica)

La Mia “Locandiera”

barbara 5 047

Questo post segna un punto di arrivo e di partenza per me…
Finalmente porto in scena, dopo studi e ricerche , il Capolavoro di Goldoni “La Locandiera“.

Lo spettacolo sarà un omaggio al genio del Commediografo veneziano, che ha riformato il Teatro italiano, che ha restituito a tutti gli attori, dignità umana e sociale.

La cornice romana, che accoglierà la Piece, sarà incantevole, e la musica del Quartetto di archi che mi accompagnerà, sulle note di Vivaldi, renderà il tutto ancora più prezioso.

L’evento sarà una serata unica, venerdì 28 Novembre.
Chiunque abbia desiderio di avere maggiori informazioni, può scrivermi all’indirizzo tuttilmondoateatro@gmail.com.

Vi lascio con un aforisma di Eduardo De Filippo, che ben spiega il senso più profondo del Mestiere dell’Attore e del Teatro:

“Il Teatro è il racconto della lotta, che l’uomo sostiene ogni giorno, per dare senso alla propria vita”