“Il Teatro è Molto Più…”

larivoluzione

Il Teatro è molto più di un semplice Spettacolo,
“Fare Teatro” non ha nulla a che vedere con la spettacolarità dell’evento,
troppe volte si confonde il Rito con lo Spettacolo,
troppi Spettacoli che hanno luogo in un Teatro , in realtà potrebbero , anzi direi dovrebbero,
svolgersi a distanza siderale da un edificio teatrale…

Il Teatro è “un Modale”,
una Filosofia, un modo nuovo di intendere e concepire la Vita stessa.
Chi pratica realmente questa Forma d’Arte ,
sa che il Teatro è “Scuola di Moralità”, come amava ripetere Mario Scaccia,
sa che inevitabilmente dovrà rivedere il suo Modo, di sentire il Mondo e i suoi abitanti,
sa che dovrà tenere e mantenere una condotta etica trasparente,
sa che dovrà analizzare costantemente la sua sfera emozionale,
mettersi in dubbio ,
farsi mille domande,
in attesa di una Risposta di Verità, che spesso tarderà ad arrivare.

090729872-dc952903-4d74-428e-be7b-430ef7afd8f3

Questo significa “Lavorare su se stessi”,
questo è il “Lavoro dell’Attore”
e questo lavoro richiede sacrificio ,
richiede Onestà Intellettuale,
non promette facili ricompense, bensì fatica e ricerca incessante,
perché solo così si avrà la certezza di “Essere nel Rito”,
non solo sul palco , sotto le sue luci colorate,
ma nella Vita, lì dove Luci e Ombre dettano i tempi del nostro esistere,
dove il Bene e il Male, segnano e disegnano i confini della nostra Anima.

E allora sarà semplice comprendere cosa è Teatro,
e cosa non lo è, e mai lo sarà,
allora sarà semplice riconoscere un vero insegnante,
da tanti, troppi falsi profeti, che si aggirano come anime perse in questo Mondo,
allora sarà naturale Amare il Teatro,
nella sua Espressione più Alta e Compiuta,
perché ciò che è Teatro,ci avvicina inesorabilmente al Cielo,
sì,
al Cielo,
solo al Cielo,
sempre al Cielo.

Barbara

miro_25

(immagini prese dal web)

Il Lavoro dell’Attore

images (7)

Un lavoro,
che è Arte,
che è un modo di Essere,
uno smarrirsi continuamente,
un ritrovarsi in luoghi e forme sconosciute tutte da amare…

Un lavoro su se stessi,
non sull’idea che si ha di sè…
L’idea che il mondo ha di noi,
che diviene nostra su traiettorie distorte e contorte,
che non ci appartiene ma ci contiene,
che il Teatro pretende di distruggere per arrivare a toccare l’essenza di noi….

Un lavoro che è Conoscenza,
conoscenza di sè, alla maniera socratica,
conoscenza dell’Ombra ,
affinchè la luce possa splendere ,
trascinando in quell’ombra tutte le nostre paure,
che ci impediscono di essere liberi,
di esser-ci,
di comunicare,
di muoverci nello spazio e nel tempo.

duse1

Un lavoro che è Disciplina,
che pretende rigore , puntualità,
che non ammette falsità nei rapporti umani,
sulla scena e fuori da essa,
che pretende la Verità dell’Essere,
che si nutre di parola scritta e detta,
di gesto pensato e poi compiuto.

Tragic_comic_masks_-_roman_mosaic

Un lavoro che è Gioco,
capacità di sorridere
sui propri limiti e
anche sui drammi del mondo…

Un lavoro a cui dedicare ogni respiro,
ogni notte insonne ,
ogni battito del cuore,
perchè sai che Il Teatro raccoglierà
ogni momento della tua vita spirituale,
e mai tradirà i tuoi più intimi segreti…

images (6)

Un lavoro che è Passione,
che nasce dentro te e tutto intorno a te ,
che si tradurrà emozione in ogni parola e ogni gesto,
che prenderà corpo sulla scena…

Un lavoro…
il più bello del mondo…
Per me , che da quindici anni vivo di lui e per lui…

E’ il Lavoro dell’Attore,
è il Teatro che non finirò mai di benedire e ringraziare…

Barbara

(immagini prese dal Web)