“La mia Arte sei Tu”…una Lettera d’Amore di Luigi Pirandello

Se a scuola , oltre alla lettura dei soliti testi di Letteratura Italiana , si facesse leggere ai nostri studenti anche Epistolari d’Amore, come quello di Pirandello e Marta Abba, Sibilla Aleramo e Dino Campana, Montale e Clizia,D’Annunzio e la Duse,( tanto per citarne alcuni dei più appassionati), forse si riuscirebbe a stringere la distanza che intercorre tra loro e i Poeti, che come tutti gli uomini di questa terra, hanno amato disperatamente, hanno sofferto e gioito.
Chissà, è possibile che durante la composizione di grandi poemi o romanzi, fossero innamorati perdutamente di una donna che , lontana nel tempo e nello spazio , attendeva trepidante di ricevere la lettera del suo amato….

Proprio come accadde a Pirandello e Marta Abba.Abba_Pirandello

Amore puro, di tenerezza infinita ,di lunghe attese e forte sentire,Amore che stringe i suoi lacci al cuore del grande drammaturgo, che amerà la sua Musa , la sua Donna-Angelo, sino alla fine dei suoi giorni, consacrando a lei, la sua vita e la sua Arte.
MartaAbba

1 marzo 1930, Berlino

“Marta mia,
non ho più nessun interesse particolare,l’unico scopo per cui trascino quest’esistenza orribile(orribile perchè lontana da te)
è concorrere con tutte le mie forze a farti ricca e padrona del tuo destino, così nell’arte come nella vita.
Tu stai recitando , Marta mia, un lavoro(Come tu mi vuoi) nel quale con tutta la forza della Tua anima gridi e dimostri che la verità non è quella dei fatti, ma quella dello spirito.
Nel nostro caso la verità è questa:che io sono il tuo vero padre e tu sei la creatura mia, la creatura mia di cui tutto il mio spirito vive con la potenza stessa della mia creazione, tanto che è diventata cosa Tua e tutta la mia vita sei Tu, la mia Arte sei tu Marta mia.
Tu devi essere sempre in questa verità dello spirito!
Io sono con te, come Tu mi vuoi;e se Tu non mi vuoi più, io non sono più nulla , e vivere non m’è più possibile.
Scrivimi, scrivimi , Marta mia, anche se poco, ma scrivimi, e informami di tutto;dove sei…..che pensi…che fai…non voglio saper altro!
Abbi tutto il bene che ti vuol il tuo

Maestro.

LuigiPirandello2

Consiglio a tutti i miei allievi di Teatro , ma in generale a tutti gli studenti e appassionati, di leggere gli Epistolari citati, per comprendere meglio l’umanità e la vita di personaggi straordinari, come Luigi Pirandello.