“Aspettando Barbara”

La Compagnia delle Sibille ,
è lieta di invitarvi allo spettacolo di fine anno,
“Aspettando Barbara”…

Un’ora e dieci di grande divertimento,
un carosello di emozioni, di intrecci surreali,
che vedranno coinvolti tutti i miei bravissimi allievi,
alle prese con una “prova teatrale” alquanto originale,
un gioco,perché il Teatro è un Gioco,
come ieri ho ribadito, dove ciascuno ha il diritto di giocare liberamente,
abbandonando il Giudiziale, buttando giù ogni maschera,
perché solo dove c’è Verità potrà esserci Teatro,
affinchè questo gioco di finzioni divenga più Vero del Vero…

Gabriele, Maria Antonietta, Aurora, Paola, Ermelindo,
Angela, Maria Teresa, Roberta, Emanuela e Adeliade

vi aspettano per ” giocare al gioco più bello del mondo…
Il Teatro”…

Lo spettacolo nasce da un’idea condivisa di Barbara Bricca,
Guido Del Vento e Marco Corsi,

che ha scritto alcuni dei dialoghi più belli dello spettacolo.

La Regia dell’allestimento è stata curata dalla sottoscritta,
e da Guido Del Vento,
attore e regista sensibile e straordinario ,
che è stato capace di tirare fuori il meglio,
seguendo e rispettando la natura umana e attoriale di ciascuno di loro,
con intelligenza e talento.

E dunque siamo pronti…
Vi aspettiamo, per donarvi emozione e divertimento!

L’ingresso sarà ad inviti,
per coloro che volessero maggiori informazioni,
lascio come sempre la mia mail:
“tuttoilmondoateatro@gmail.com”

Vi abbraccio amici del blog!
Barbara

Advertisements

“Sempre e Solo Io e Te” – Evento Teatrale

Un brevissimo post,
per annunciare, con grande orgoglio,
l’Evento della Stagione Teatrale 2018…
Un nuovo spettacolo,
che è Viaggio Esistenziale attraverso il Sentimento più Alto e Profondo,
che ci è stato concesso di provare come esseri umani…

L’ Amore

Quel viaggio chiamato Amore,
per parafrasare Dino Campana,
quella dimensione dell’Anima,
che ci comprende e trascende tanto è potente e assoluta…

In scena:
Barbara Bricca, Guido Del Vento, Gabriele Planamente ,
con la partecipazione di Diana Iaconetti ;

Il testo originale è nato da un’idea degli attori Del Vento, Bricca e Planamente,
con la collaborazione, per la parte poetica, di Marco Corsi.

La Regia è di Guido Del Vento,
artista di sensibilità straordinaria,
che sta dirigendo i nostri passi con cura e immensa passione…

Vi aspettiamo a Roma il 29 e il 30 Marzo,
prestissimo la locandina e tutte le informazioni…
Vi lascio come sempre la mia mail: tuttoilmondoateatro@gmail.com

Barbara

(foto di scena , da sinistra :
Guido Del Vento, Barbara Bricca, Gabriele Planamente)

” La Lunga Notte di Frida e Diego”- Il Mio Nuovo Recital

Un Nuovo Recital,
un momento di Poesia e Arte,
versi scintillanti scritti appositamente per “Cantare L’Amore”,
Un Amore unico, tormentato , appassionato, vibrante,
contro ogni regola e convenzione…

L’Amore che ha unito Frida Kahlo e Diego Rivera…

Non un semplice Amore,
ma Fiamma Ardente, da migliaia di anni,
attraverso tutto il tempo e lo spazio ,
ed ogni possibile vita vissuta,
o solo sognata…

Quaranta Minuti d’Amore,
nella sua Forma più alta:
due Voci ,la mia e quella di Gabriele Planamente,
si uniranno per far rivivere quella Passione,
che ha sfidato ogni Giudizio,
perché quando si ama davvero ,
ogni Giudizio viene sfidato e annientato.

I versi sono stati scritti da Marco Corsi ,
poeta colto e raffinato,
che ringrazio con stima profonda.

Il Recital sarà rappresentato a Roma,
Domenica 18 Febbraio, alle ore 18.00.
Come sempre per tutti coloro che volessero partecipare,
lascio la mia mail : tuttoilmondoateatro@gmail.com.

Vi aspetto, e vi lascio con un momento del Recital,
piccolo dono per questo prossimo S. Valentino…

“Diego,
sarà il tuo corpo a sedurre la notte,
quella mia notte disperata e sola…
Tace il silenzio
della tua assenza
in un brivido che è folle…”

Vi abbraccio e vi aspetto!

Barbara

(immagini prese dal web)

“Il Silenzio, Il Respiro e la Voce – Stage”

Sono lieta di presentare un evento importante e prezioso…
Uno Stage curato da Amedeo Di Sora, poeta, attore , regista teatrale ,
direttore artistico della “Compagnia Teatro dell’Appeso”,
Studioso e ricercatore in ambito vocale e verbale,
stimato professionista con cui ho avuto l’onore di lavorare ,
in un Recital sull’Epistolario Campana-Aleramo,
che ricordo come momento di grande Bellezza e Poesia .

Lo Stage, che si svolgerà a Roma nella giornata del 29 Gennaio,
sarà imperniato sulla Ricerca della Voce “Naturale”,
attraverso l’esperienza del Silenzio “Attivo” e del Respiro “Consapevole”,
e si svilupperà attraverso una serie organica e coerente,
di esercizi individuali e collettivi.

Per tutti coloro che volessero avere maggiori informazioni,
lascio come sempre la mia mail :
tuttoilmondoateatro@gmail.com

” (…)La Voce viene prima della parola.
Originandosi nei recessi più profondi e cavernosi del corpo,
la voce è pulsione che tende a farsi suono articolato,
ma che proprio nell’atto articolatorio si nullifica in quanto pura potenzialità,
condizione radicalmente altra dalla significazione rivestita dal soffio vocalizzato.
La Voce in sè si sottrae pertanto al logos,
situandosi al di qua della soglia della coscienza.
La Voce è suono, è elemento più profondamente sottile della materia percettibile e,
in quanto volontà di dire, si traduce in volontà di esistere.
La Voce è fondamento della soggettività.
Con la sua peculiare timbrica, la voce è la dimensione materica della parola,
ne è corpo, memoria, oblio.”

(Amedeo Di Sora)

Vi aspetto…

Barbara

Si Ricomincia…Il Mio Nuovo Laboratorio Teatrale

Sono lieta di presentare, con grande gioia e soddisfazione ,
il mio Nuovo Laboratorio Teatrale,
che prenderà il via tra pochi giorni.
Una collaborazione nata con un Teatro di Roma,
Il Palco delle Valli , che sta donando al mio lavoro,
nuova linfa ed energia .

Il mio impegno si rinnova per tutti coloro che avranno desiderio di partecipare,
ed intraprendere questo straordinario Viaggio Iniziatico del Teatro.
Per la prima lezione del 15 Gennaio p.v.,
l’ingresso sarà aperto e libero,
per coloro che vorranno conoscermi,
ma soprattutto conoscere il mio Teatro dell’Anima,
quel Teatro , che in questi anni, ha dato vita alle pagine del Blog.
Vi aspetto…

Per coloro che volessero maggiori informazioni ,
come sempre lascio la mia mail:
tuttoilmondoateatro@gmail.com”.

Vi abbraccio e vi saluto,
con la descrizione del Cammino che proporrò ai miei aspiranti attori,
di tutte le età, perché il Teatro non conosce limiti e confini ,
perché il Teatro è Terapia per l’Anima,
ed è Sacro nella sua Preziosa Ritualità:

“Il Teatro è un’idea, un luogo-non luogo, l’Essere e il Non Essere.
Sul palco, la vita è pienamente vissuta,
attraverso parole e gesti che si sublimano nella loro sacra ripetizione,
Perchè ogni gesto compiuto e ogni parola pronunciata, assumono valore universale.
E’ la storia dell’Uomo ,
che ogni volta viene rappresentata e presentata al pubblico ,
dopo lungo lavoro di prova.

Il Corso di Recitazione proposto,
ritroverà la sua ragion d’essere più profonda, nell’Essenza del Teatro:

L’Allievo sarà chiamato ad approfondire le tecniche della Dizione,della Fonetica,
lo studio della Letteratura teatrale per comprendere sempre meglio l’origine del Rito teatrale;
Corsi monografici guideranno L’Allievo alla scoperta dei più grandi drammaturghi italiani e stranieri,(Shakespeare , Goldoni, Pirandello, Ibsen);
lo studio delle scene tratte da questi grandi autori, consentirà al discente di apprendere le tecniche recitative più importanti , di affinare i propri strumenti tecnici.
L’Improvvisazione scenica gli donerà la capacità di stringere al distanza che lo separa dal proprio corpo e dalla propria voce,
in un percorso di Conoscenza e Coscienza di Sè e del Mondo.
Elementi di Scrittura teatrale , di Regia , di Recitazione Poetica ,
faranno da corollario ad percorso completo ,
di qualità e livello delle più grandi accademie nazionali ed europee.

Perchè fare Teatro assume oggi Valore Sacro,
L’Intelletto si affina, si diventa capaci,
attraverso i suoi strumenti, di decodificare la realtà;
Si stringe la distanza tra Noi e l’Altro,
Si intraprende un Viaggio Iniziatico alla scoperta di Noi Stessi,
Alzando il Velo di Maya delle illusioni ,
Per andare incontro alla Verità,
Sulla Scena e nella Vita,
O meglio dalla Scena alla Vita…

Perchè tutto ciò che accadrà su quelle Sacre Tavole sarà Vero,
Perchè sul Palco, attraverso la Finzione,
arriveremo a toccare la Nostra Verità.

E’ previsto un Saggio-Spettacolo di fine anno ,
un allestimento tratto da un testo di prosa Classico.”

Vi aspetto,
Barbara

(le immagini sono personali )

“Ma è Gioia – vedrai – ciò che Egli dà”- Il Mio Nuovo Recital

Un nuovo invito ,
per tutti gli amici del Blog,
un Recital di grande impatto emotivo ,
un Messaggio d’Amore e Speranza,
perché d’Amore abbiamo sempre più bisogno,
in questo Tempo di grande Buio per l’Anima…

E allora il Teatro diverrà Chiesa,
nel senso etimologico del termine ,
“Ecclesia” , quindi Riunione,
momento di Aggregazione e Condivisione ,
Luogo Metafisico dove l’Anima potrà trovare riparo e conforto,
dove la Voce dei più grandi poeti della Nostra Letteratura Italiana ed Europea,
annuncerà la Nascita del Salvatore,
di quel Messia che è Amore,
Puro Amore…

La Voce del Teatro sarà quella dei Cavalieri e delle Sibille,
che in queste ore si stanno confrontando con la musicalità,
e il significato più profondo delle liriche scelte;
perché leggere Poesia significa mettere in atto la propria Vita,
perché prima di poter restituire al pubblico il vero senso di ciò che si pronuncia,
bisognerà aver riscoperto dentro l’Anima, il significato antico e originario delle Parole,
“cosa le Parole significano per noi” ,
prima ancora che per coloro che le ascolteranno…

E tutto questo pretende grande Lavoro Interiore,
Grande Umiltà ,
e capacità di ritrovare se stessi in ciò che si sta leggendo ad alta voce…

Noi vi aspettiamo,
per condividere con tutti voi questo Recital ,che è Gioia, pura Gioia,
Sabato 16 Dicembre 2017, alle ore 19.00.

Come sempre per coloro che vorranno avere maggiori informazioni ,
lascio la mia mail:
tuttoilmondoateatro@gmail.com.

Vi abbraccio,

Barbara

(immagini prese dal web)

” Il Teatro e il suo Centro Energetico – Seminario”

Il Teatro ha un suo Centro,
il suo Centro è l’Essere Umano,
la Vicenda umana nella sua straordinaria complessità…

Il Teatro pone l’Uomo al centro della sua Scena,
e la Scena prende Vita attraverso le Azioni e le Parole ,
che da quest’Uomo saranno compiute e pronunciate su quella Scena;
Gesto e Parola, intesi come Manifestazione dell’Energia Vitale ,
che prepotentemente scorre dentro di Noi,
Uomini e Donne ,che su quelle Sacre Tavole,
comunichiamo la Nostra Divina Natura al Mondo.

E allora, dalla necessita di conoscere sempre meglio
il “Potenziale Energetico “,che vive dentro di noi,
nasce l’idea di un Seminario , articolato in sette lezioni,
(che si svolgeranno a Roma , nei Mesi di Ottobre e Novembre),
che darà modo a tutti i partecipanti di
prendere Coscienza della propria Energia Interiore,
imparando a Sentirla e Riconoscerla ,
dalle Radici della Nostra Esistenza,
fino alla Liberazione Suprema della
Nostra Matrice Divina…

Perché il Teatro è Dimensione dell’Anima,
è Luogo Metafisico per eccellenza,
è Viaggio attraverso il nostro Emozionale,
è Evoluzione Spirituale ,
è Vera Conoscenza di Se Stessi…

Perché Il Teatro è il Centro Energetico della nostra Anima…

Come sempre , per coloro che desiderano avere maggiori informazioni,
o iscriversi al Seminario ,lascio la mia mail:

tuttoilmondoateatro@gmail.com

Vi aspetto,
per iniziare insieme questo meraviglioso Viaggio…

Barbara

(immagini prese dal web)

In Scena : “La Locandiera”

Un invito a Teatro,
per rivivere le Emozioni di un classico della Letteratura Teatrale Italiana,
“La Locandiera ” ,
in una riduzione puntuale e attenta che,
Lunedì Prossimo 25 Settembre ,
andrà in Scena in anteprima a Roma.

Un Atto Unico , della durata di cinquanta minuti:
in Scena , con ironia e grande energia ,
torneremo a dar voce a Personaggi immortali,
come Mirandolina, astuta Locandiera ,
che seduce tutti gli avventori della sua Locanda,
tutti , tranne l’Illustrissimo Cavaliere di Ripafratta,
che ha in odio le donne e che davvero ” non le può vedere”.

E allora ha inizio la schermaglia amorosa tra i due ,
sotto gli occhi del Povero servitore Fabrizio ,
innamorato della sua padrona e geloso del bel Ripafratta,
che la sua padroncina non smetterà di tentare,
sin quando non cadrà nella sua rete.

Il Ritmo della rappresentazione è serrato,
il tempo kronos è scandito dai monologhi di Mirandolina,
che ,ammiccando e ridendo ,
coinvolge il pubblico, confidandogli i suoi pensieri più segreti,
per renderlo partecipe e testimone del suo piano, e della vittoria finale…

In scena insieme a me,

Guido Del Vento(Cavaliere di Ripafratta),

Gabriele Planamente (Fabrizio)

Francesca Rasi (Maddalena Marliani)

Vi aspetto con gioia,
per condividere un momento di Grande Bellezza…
Per informazioni vi lascio come sempre la mia mail:

tuttoilmondoateatro@gmail.com

Barbara

(immagini personali, foto tratte dalle prove, Barbara Bricca e Guido Del Vento)

Sognando Marilyn…La Diva-Bambina

Un Omaggio alla Donna più amata di sempre,
Marilyn,
la Diva, la Donna , la Bambina dai capelli color del Sole,
che ha fatto innamorare intere generazioni.

Marilyn, e il suo magnetico sorriso,
il suo sguardo seducente,
il suo successo e la sua carriera scintillante …
E poi la sua vita emotiva ,
costellata di delusioni e abbandoni sin dalla sua infanzia…
E poi le sue paure più profonde ,
la sua incessante Ricerca d’Amore,
quell’Amore che è Comprensione, che è Oblio ,
che tutto accetta e niente giudica,
quell’Amore che solo di Purezza e Meraviglia sa nutrirsi:

“Mia madre Gladis e nonna Della,
vissero anni in manicomio,
non ce la passavamo bene e loro erano donne sole…
Non avevano qualcuno che sapesse prendersi cura dei loro bisogni,
non dico un marito,
dico un uomo con cui poter parlare liberamente…
Che ci sia sempre,
che possa comprenderti e farti sentire una persona ,
un uomo con cui parlare come fosse un’amica ecco…

Tutto questo è “Sognando Marilyn”,
Monologo ad una voce che donerà voce ai pensieri
più intimi e segreti di un’anima fragile ma luminosissima,
una bambina , dal sorriso di luna,
che mai, fino al suo ultimo respiro,
ha smesso di gridare al Mondo ,
il suo Immenso Bisogno d’Amore.

Come sempre vi aspetto amici del Blog,
per coloro che volessero avere maggiori informazioni,
lascio la mia mail :“tuttoilmondoateatro@gmail.com”

Vi abbraccio,

Barbara

(immagine di locandina e immagini prese dal web)

“Cartolina Pirandelliana”

“Io dunque sono figlio del Caos;
e non allegoricamente, ma in giusta realtà,
perché sono nato in una nostra campagna ,
che trovasi presso ad un intricato bosco,
denominato in forma dialettale,
Cavusu, dagli abitanti di Girgenti…”

Una serata dedicata all’Arte e al Genio di Pirandello,
un momento di Incanto e Magia,
che segna il compimento di questo straordinario anno di Teatro,
vissuto con grande emozione da me, e dai miei allievi.

Un Anno Pirandelliano per eccellenza,
a lui consacrato da tutti coloro che, del Teatro,
hanno fatto Modale di Vita,
in una commistione tra Vita e Arte ,
che Pirandello stesso amava,
in una corrispondenza assoluta tra La Vita e il Palco,
tanto da non comprendere dove inizi una e finisca l’altro.

Un omaggio al Poeta Pirandello,
Al Narratore,
al Romanziere,
al Drammaturgo,
un viaggio alla scoperta dell’Archetipo Femminile,
uno spettacolo declinato al femminile,
dove l’anima della donna , della madre,
della figlia , si proietta verso l’infinito,
verso L’Amore infinito che le Donne, simbolicamente,
rappresentano da sempre.

Un momento spettacolare elegante e raffinato,
di coralità e armonia assoluta,
protagonista La Parola,
in tutte le sue sfumature,
caleidoscopio di mille colori e profumi;
protagonista la Vita Stessa,
con tutte le sue miserie e vibranti emozioni,
perché nessuno come Pirandello
sapeva cosa volesse dire “fare teatro”,
e nessuno come lui è mai riuscito,
con tanta delicatezza e onestà,
a sondare l’animo umano,
e le sue Infinite e Misteriche Profondità.

E allora , siete tutti invitati amici del Blog,
e per coloro volessero avere maggiori informazioni,
come sempre lascio la mia mail:
“tuttoilmondoateatro@gmail.com”.

Vi aspetto e vi abbraccio,

Barbara.

“E l’Amore guardò il tempo e rise,
perché sapeva di non averne bisogno.
Finse di morire un giorno
e di rifiorire la sera,
senza leggi da rispettare .
Si addormentò in un angolo di cuore
per un tempo che non esisteva.
Fuggì senza allontanarsi,
ritornò senza essere partito,
il tempo moriva e lui restava”

(L. Pirandello)

(immagini prese dal web)