“Nelle Notti di Primavera pensa a me”- Omaggio a Evgenij Evtusenko

“Giungerà l’amata,
mi circonderà con le sue braccia,
coglierà ogni mio cambiamento,
comprenderà ogni inquietudine.

Da nere correnti, da tenebre fitte,
del taxi dimenticando aperto lo sportello
salirà di corsa i gradini decrepiti
in una febbre di felicità e angoscia.”

(1956)

“Non capirsi è terribile-
non capirsi e abbracciarsi.
Ma per quanto strano,
è altrettanto terribile, altrettanto,
capirsi in tutto.

Ci feriamo comunque.
E, segnato da una precoce conoscenza,
l’animo tuo soave
io con l’incomprensione non offenderò
e non ucciderò con la comprensione.

(1956)

“Nelle notti di Primavera – pensa a me
nelle notti d’Estate – pensa a me
nelle notti d’Autunno – pensa a me
nelle notti d’Inverno – pensa a me.

Ti supplico – nel silenzio più silenzioso
o sotto la pioggia che nell’aria scroscia
o sotto la neve che nel riquadro scintilla,
nel sonno già, ma ancora non nel sogno-

Nelle notti di Primavera – pensa a me…”

(1960)

“Quando è comparso il tuo viso
sulla mia vita scombinata,
io dapprima ho soltanto capito
quanto sia scarso quello che possiedo.

Ma boschi, fiumi e mari
esso in particolare ha illuminato
e me, profano, ha iniziato
ai colori del mondo.

Io così tanto temo, così tanto,
la fine di un’aurora inattesa,
la fine di scoperte, di estasi, di lacrime,
ma non lotto con questa paura.

Capisco: è amore
anche questa paura. L’accarezzo,
di carezze incapace,
custode inefficace del mio proprio amore.

Questa paura mi ha preso
in un anello. Sono brevi , lo so questi istanti,
e i colori per me saranno spenti
quando tramonterà il tuo viso…”

(1960)

“Dormi adorata…
Dormi adorata …
Dimentica la nostra lite.
Immagina
il risveglio
avvolto di freschezza.
Dormi adorata…
Nel sonno , sorridi,
(via tutte le lacrime!)
Dormi adorata…
Non accumulare le offese.
Lascia che nei tuoi occhi si insedino, silenziosi,
gli angeli del sonno.
A stento ci si addormenta su questa terra,
ma-
adorata , mi senti?-
Dormi…
il mio sussurro a te,
sempre più tenue,
poi – silente:

Dormi, adorata…”

(1964)

Solo un breve omaggio per un poeta che il 1 Aprile ci ha lasciati;
a coloro che volessero innamorarsi dei suoi versi,
consiglio la raccolta poetica “Poesie d’Amore”,
tradotta dalla bravissima Evelina Pascucci,
edita da Newton Compton.

Barbara

(immagini prese dal web,di Odilon Redon)

Advertisements

9 thoughts on ““Nelle Notti di Primavera pensa a me”- Omaggio a Evgenij Evtusenko

    • Verissimo …
      Perché é solo con la poesia che riusciamo a sconfiggere l’idea della morte , è lei che ci salva e ci consegna all’eternità , è parola salvifica , attraverso tutto il tempo .
      Grazie del commento ,
      Un saluto gentile ,
      Barbara

    • Grazie a te amica mia 😊
      Hai detto bene , sono meravigliose , c’é tanto cuore , un amore vissuto e descritto nella sua pienezza e nei suoi contrasti fortissimi, che lo tengono in vita …
      Ti assicuro che la raccolta è un gioiello , tradotta benissimo da Evelina , persona di straordinaria cultura, a me molto cara …
      Ti abbraccio forte ,
      Barbara

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s