“Non vedo la mia Anima ma so che c’è – Omaggio alla Poesia di Emily Dickinson “

220px-emily_dickinson_daguerreotype_restored

Emily,
creatura sospesa tra cielo e terra,
eterea ed angelica,
sguardo profondo, e una vita ascetica,
Impenetrabile…

E’ Poetessa,
Poetessa del Silenzio,
del Non-Detto,
Poetessa della Vita,
di una Vita non-vissuta
un Canto di Grazia e Bellezza,
che contempla abbandoni e perdite,
dolore e sconfitta,
ma sempre forte e vigoroso,
Sacerdotessa laica,
capace di leggere nel Mondo,nella Natura,
nell’Umanità tutta,
traccia di una Dimensione più Alta e Profonda,
capace di sentire tutto il Creato,
come semplice riflesso della Vera Luce.

“Ad Amherst la sorella di Austin è chiamata “il mito”.
Non esce di casa da quindici anni…
E’ sotto molti aspetti un genio.
Veste di bianco, si pettina come usava quindici anni fa ,
quando scelse la reclusione.
Ha voluto che io cantassi per lei, ma senza incontrarmi.
Quando ho finito, mi ha fatto avere un bicchiere di sherry e una poesia[…]

[La più vicina stanza
dove un amico aspetti
felicità o condanna:
L’Elisio è alla stessa distanza.

Che forza assiste l’anima,
se tranquilla sopporta
il palpito di un passo –
l’aprirsi di una porta – ]

(Pagina di Diario di Mabel Loomis, 15 Settembre 1882)

dante_gabriel_rossetti_-_the_loving_cup_-_google_art_project

” Qualunque cosa sia, lei l’ha provata –
o terribile padre dell’amore –
non è nostro il castigo –
risparmia la colomba –

Non per noi supplichiamo –
nulla resta da chiedere –
quando il discorso è chiuso
non servon parole –

Ma perché non si senta troppo sola
nella tua bella casa
puoi concederle come trasgressione
di ripensare a noi –

Una parola è morta
quando è pronunciata,
così dice qualcuno.
Io dico invece
che incomincia a vivere
proprio quel giorno.

klimt_-_the_kiss_detail
Da qualche parte sulla vaga terra
oggi esiste –
quella magia passiva ma durevole
che mi ha consacrata –

Indifferenti, senza dubbio giocano
le stagioni là dove io pagherei –
per il diritto d’esserci – ogni atomo di me
solo escludendo l’immortalità –
per riservarmi di godere un altro
giorno di te –
Dio della vastità , non abbreviare
per noi l’eternità!

Noi sogniamo – ed è un bene che sogniamo -[…]
Che male c’è? Si muore solo – in apparenza-
questa è una verità di sangue –
ma noi moriamo in teatro –
e il teatro non muore[…]

gustav_klimt_-_hope_ii_-_google_art_project

L’Amore che una vita può mostrare quaggiù
è solo un filamento
di quell’essenza più divina
che svanisce sul volto del meriggio
e accende l’esca nel Sole
e frena l’ala di Gabriele.

Ed essa , nella musica ,si affaccia e si disperde,
e sulle aperte lontananze , in giorni,
d’estate,stilla un incerto dolore,
ed essa c’innamora nell’Oriente
e soffonde il tramonto di Ponente
di uno struggente iodio.

Ed invita , sgomenta , ci arricchisce,
volteggia brilla, prova,si dissolve,
ritorna , suggerisce, persuade ed incanta
e poi si slancia in Paradiso.”

Per tutti coloro che desiderano approfondire la sua Poetica,
consiglio la Raccolta completa di poesie edita da Mondandori,
nella collezione “I Meridiani”.

Barbara

(immagini prese dal web)

Advertisements

10 thoughts on ““Non vedo la mia Anima ma so che c’è – Omaggio alla Poesia di Emily Dickinson “

  1. Grande Emily, non a caso è la poetessa più musicata negli ultimi cent’anni. Nel mio blog ho già proposto l’ascolto di due composizioni di Tōru Takemitsu, straordinario musicista giapponese:
    https://clamarcap.com/2013/08/20/flauto-viola-e-arpa-iii/
    https://clamarcap.com/2013/12/29/how-slow-the-wind/
    Purtroppo non ho trovato in rete Musicians Wrestle Everywhere (Concerto per 10 strumenti) di Judith Weir, interessantissima compositrice britannica.
    Poi ci sarebbe Simon Holt, che ha dedicato una cospicua parte della propria produzione a Dickinson: tutte cose, però, ignorate dal web.
    Fra tutte le composizioni su testi dickinsoniani, le più celebri restano comunque i Twelve Poems di Aaron Copland: fra un mese (14 novembre) su Cap’s Blog 😉

    • Grazie per il commento competente ed elegante gentile Claudio, sai quanto stimo il tuo blog , sapevo che le sue poesie avevo trovato eco nella musica ma questo tuo commento completa il mio post e ascolterò volentieri le composizioni che hai citato, in attesa del 14 Novembre quando potrò ascoltare Copland sul tuo blog 🙂
      Ancora grazie e una buona serata per te,
      Barbara

  2. Emily Dickinson è sempre stata per me un’anima controversa, tanto era chiusa alla vita quanto viveva nelle sue parole, fiumi di parole che ce l’hanno fatta conoscere.

    • Un’antica sacerdotessa , una vestale della poesia , una vita di parole cariche di tanta vita non vissuta se non nell’arte …
      Forse é questo il segreto che l’ha preservata intatta per tutto questo tempo , e la sua voce canta e incanta oggi più che mai le nostre anime …
      Un bacio amica mia carissima…
      Barbara

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s