“Della Solitudine dell’Attore”

ELEONORA DUSE.220px-MartaAbbaEttore_PetroliniEduardo_De_Filippo

L’Attore è Solo,
è solo un Uomo, solo una Donna,
nasce al Mondo ogni sera,
su quelle lignee Tavole Preziose e Sacre,
non conosce il Tempo,le sue Convenzioni e Costrizioni,
si muove libero,
attraverso tutto lo Spazio e il Tempo

ibernhd001p1

L’Attore è Solo,
vive delle sue Parole,
quelle ripetute ogni sera sulla Scena,
che mai ha pronunciato nella Vita,
quelle che costano fatica e sudore,
che risuonano nell’aria come Melodia Originaria,
mai sentita, forse sognata…

L’Attore è Solo,
vive dei suoi Gesti,
sempre più forti e consapevoli,
perché il Viaggio che compie,
è Viaggio d’Amore e Consapevolezza,
perché è solo per Amore che ogni sera sale su quel Palco,
Amore che è Fiamma,
che tutto arde e consuma,
e non basta una Vita per consumare tutto quell’Amore,
che tiene e sostiene ogni passo,
giorno dopo giorno.

Ruggero_Ruggeri_15

L’Attore è Solo,
lì su quel Palco come nel grembo materno,
dove tutto è Vita,
dove tutto è Amore,
dove l’Impossibile diventa Possibile,
dove ogni sorriso e ogni lacrima hanno sapore antico e misterico…

L’Attore è solo,
perché il suo è da sempre,
un Cammino di Luminosa Solitudine,
perché più ci si addentra nel mistero del Teatro,
e più la distanza dal mondo aumenta,
perché è in quella solitudine, temuta e desiderata,
che riusciremo un giorno ,
a ritrovare Noi Stessi,
e il Senso ultimo e profondo di ogni cosa…

C35-Gramatica2025

L’Attore è Solo,
i suoi compagni sulla scena sono a distanza siderale,
mentre l’Atto si compie,
la partita è con Se Stessi,
e questo un buon attore lo sa,
lo ha sempre saputo,
perché non si esce mai da Se Stessi,
quando si ama,
quando si odia,
quando si soffre o quando si gioisce,
e questo il Teatro lo sa,
e lo insegna ogni giorno ,
a tutti gli Uomini di Buona Volontà.

Dedicato a chi, come me, non saprebbe vivere , e respirare , senza il Teatro.

Barbara

(immagini prese dal web,
Eleonora Duse, Marta Abba, Ettore Petrolini,
Eduardo De Filippo,Ruggero Ruggeri, Sarah Bernhardt, Irma Gramatica)

Advertisements

16 thoughts on ““Della Solitudine dell’Attore”

  1. “più ci si addentra nel mistero del Teatro,
    e più la distanza dal mondo aumenta”
    Bello! Allora forse questo significa che il teatro aiuta a diventare più consapevoli, più se stessi e non si è più capaci di ri-adattarsi alla mediocrità. Bella, come sempre!

    • hai colto pienamente il senso delle mie parole…
      Più si fa teatro e più ci si allontana dalla mediocrità del mondo,si diventa essere umani più consapevoli e sinceri…
      Se questa cosa smette di accadere , significa che il mondo è riuscito a corromperci con la sua mediocrità, e dobbiamo allontanarci dal Teatro, per rispetto della sua Sacralità.
      Il cammino è in salita, e non è per tutti …
      Grazie per il commento cara Mariantonietta,sensibile e intelligente come sempre …
      Ti abbraccio 🙂
      Barbara

  2. L’attore è Solo, in quanto entità terrena, ed è Solo come entità metafisica su quel palco?
    Allora l’uomo o la donna costruiscono qualcosa che va oltre loro stessi, qualcosa che va oltre gli altri….ci vuole una grande forza, una grande cultura, una grande responsabilità. Ci vuole amore per la bellezza , quella che sa vedere oltre la fisicità, che sa vedere oltre le luci che abbagliano le assi. Deve trovare la fusione con l’Arte che il Teatro richiede.
    Cara Barbara, non è per tutti. Io umilmente mi inginocchio a tutta questa bellezza.

    • L’attore è solo ed è un privilegiato , perché può arrivare a sfiorare il cielo e scoprire un po’ di quel mistero che regola le nostre vite , con umiltà e consapevolezza , un cammino diverso da quello descritto non può e non deve essere definito teatro , è gioco , intrattenimento , soddisfacimento di personalità narcise e superficiali , ma non è teatro …
      Davanti ai gradini del tempio della saggezza e della bellezza mi inginocchio anche io amica mia carissima , e benedico la mia vita che può nutrirsi ogni giorno di tanta bellezza …
      Mi dispiace per coloro che non sono degni e non lo saranno mai…
      Ti abbraccio con grande affetto in questa giornata di dolore dopo il terremoto di questa notte…
      Un pensiero di luce per le vittime e per coloro che hanno perso i loro cari e le loro case…
      Un bacio ,
      Barbara

  3. ciao Barbara..è assolutamente vero..quando saliamo sul quelle tavole,restiamo solo noi con le nostre parole,e alcune volte non siamo capaci di ascoltarle,e continui a parlare con la speranza di non fermarti e di portare al termine quelle parole.Dio quanto siamo soli,ma ci rafforza il pensiero di donare quelle parole a chi ci ascolta,e quando finalmente arriviamo al compimento,torni a respirare ,e tutto ciò rafforza il nostro essere uomini/donne..E quando scendiamo da quelle tavole non dobbiamo dimenticare che soprattutto il nostro vivere è il teatro e la sua sacralità—se tutto ciò riusciamo ad integrarlo nella nostra vita,non resteremo solo attori ma UOMINI CON LA U MAIUSCOLA…

    • Proprio così caro Paolo , il vostro vivere è teatro , il vostro essere attori e quindi agenti nel mondo che vi circonda , portatori di un messaggio di bellezza e moralità , e ne abbiamo così tanto bisogno …
      Oggi , in questo giorno di dolore per la nostra Italia , noi sappiamo di essere sempre donatori di una parola di salvezza e speranza , ma dobbiamo impegnarci per diventare uomini e donne migliori , solo così brilleremo sulla scena , quando la luce della verità si sarà accesa nella nostra vita …
      Verità e Coscienza, sul palcoscenico della vita è quello che ci qualifica come uomini e donne , come esseri umani , come testimoni privilegiati dei valori più autentici che appartengono alla nostra identità umana…
      Ti abbraccio ,
      Barbara

  4. Verità e Coscenza in ogni nostro gesto,che ci qualifica come testimoni privilegiati dei valori più autentici che appartengono alla nostra identità umana. Grazie,per queste parole che volevo sentire….che ho sempre sentito dentro di me,pagando sempre un prezzo molto alto. Consapevole che solo quella era la mia strada…migliorarmi,insieme agli altri.
    Un grande abbraccio.
    Grazie per la bellezza che ci regali,sei meravigliosa.
    Caterina

    • Carissima Caterina ,
      Il prezzo che si paga quando si seguono verità e coscienza è sempre altissimo…
      Però é grazie a persone come te , che questo mondo può imparare ad essere migliore , quando si pensa di voler salvare il mondo bisognerebbe preoccuparsi di salvare prima se stessi , uscendo dal baratro della menzogna.
      Solo così potremo sperare in un mondo più onesto e autentico…
      Alcuni continueranno a sostenere che i miei post sono sermoni , confermando la loro pochezza e l’assenza di amore e verità nelle proprie vite…
      È per persone come te che continuerò ad amare e sperare e credere nella bellezza e nella salvezza attraverso la verità dell’arte…
      Grazie di cuore mia cara amica ❤️
      Un forte abbraccio per te ,
      Barbara

  5. …avrò bisogno di un po’ di tempo per capire a fondo queste considerazioni. E’ una cosa la solitudine che si percepisce negli attori, ma io sono di qua, seduto in poltrona e vedo solo l’atto, non l’attore com’è dopo.

    • In realtà caro Gianni dovresti percepire questa solitudine nel momento in cui l’atto si compie , nè un attimo prima nè uno dopo, e potresti riuscirci solo attraversando la quarta parete e divenendo colui che compie l’atto , cioè l’attore , non essendo colui che è agito , cioè lo spettatore …
      È croce e delizia solo di noi attori assaporare la profondità di questa solitudine …
      Spero di essere stata più chiara 😃

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s