“Della Profezia del Teatro”

Bernardo_Strozzi_Le_tre_Parche

Il Teatro nasce per rispondere ad un’esigenza primaria,
e fondamentale, dell’Essere Umano:
Comunicare
Il Teatro è Parola,
è Suono,
è Vita che vibra attraverso il nostro Strumento-Voce,
nessuna esperienza umana può paragonarsi “all’Andare in scena”,
perché è sulla Scena che ritroviamo pienamente noi stessi,
solo le nostre paure, e le nostre insicurezze, potranno ostacolare il cammino,
niente e nessuno , oltre noi, potrà impedirci di comunicare ciò che siamo.

image001

Perché sulla Scena la partita che giochiamo è con noi stessi,
siamo soli, privati di tutte le nostre difese;
tante volte ho visto allievi contestare un’impostazione di Regia,
per il terrore di ritrovarsi faccia a faccia con loro stessi,
con una parte di sè che ignoravano;
troppe volte ho visto allievi abbandonare il campo,
prima ancora di salire sul palco,
o tremare, e dimenticare le battute provate per mesi,
perché quello che il Teatro stava chiedendo loro in quel momento,
avrebbe cambiato la loro Vita definitivamente ,
avrebbe distrutto vecchi schemi di pensiero,
capovolto prospettive, e messo a tacere giudizi,
che da tempo condizionavano il loro modo di essere.

Perché il Teatro è Esercizio di Libertà,
ma la Libertà richiede Coraggio,
Indipendenza mentale e spirituale,
chiede di fare i conti con se stessi costantemente ,
senza nascondersi e fuggire alla prima difficoltà .

Perché il Teatro ci chiede di Comunicare e Comunicarci nella Verità,
perché il Teatro è Profezia per ogni parola pronunciata,
Profezia che nasce con il Rito, e si conferma poi nella vita di tutti i giorni,
ciò che è detto sul Palco,
avrà risonanza nella nostra Vita,
aprirà Portali nel Tempo e nello Spazio,
che saranno poi nuove strade da percorrere .

La Parola del Teatro è Profezia,
Parola-Via,
Parola-Passaggio,
Parola-Mutamento,
Parola-Vita,

Parola che è Madre di ogni parola che ci è appartenuta, e che ci apparterrà ,
Parola che rompe ogni Silenzio dell’Anima,
che mantiene tutto ciò che promette,
che distrugge le nostre certezze, per donarci nuova Vita…

JohnWilliamWaterhouse-Danaë(1892)

E così ,
su quel Palco,
saremo pronti per Comunicare ciò che realmente siamo,
e le Parole del Teatro,
saranno le nostre Parole,
e saranno tutto ciò che potremo essere,
e che mai siamo riusciti ad essere…

Questa è la Profezia del Teatro.

Barbara

(immagini prese dal web)

Advertisements

8 thoughts on ““Della Profezia del Teatro”

  1. Post stupendo amica mia, tra i più belli che ho letto su queste pagine.
    Teatro e comunicare, ma è nudità e li davvero giochi te stesso. Il Teatro non ha filtri. è un corpo a corpo.

    • Grazie di cuore per le tue parole amica mia❤️, sì , teatro è un corpo a corpo con te stesso , perché siamo noi i primi nemici di noi stessi , e tutto questo “non-risolto” sul palco si vede , si sente , si respira , ecco perché è un dovere di ciascun allievo o attore , risolvere e sciogliere questi nodi dell’anima , altrimenti l’esperienza del teatro avrà vita breve , e si tornerà alla vita di tutti i giorni con un vuoto immenso nel cuore …
      L’ho visto accadere troppe volte amica mia , ecco il senso profondo di questo post , e di queste umili parole …
      Ti abbraccio fortissimo 😘
      Barbara

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s