“Amleto,ovvero, una Mirabile Lezione di Teatro”

200px-Hamlet_quarto_3rd

Amleto è forse la Tragedia più conosciuta e rappresentata di Shakespeare,
nota in altezza ,
dal valore ancora ignoto,
poiché profondo, e ancora da comprendere pienamente, il suo significato.

Il testo dell’Amleto è testo che attraversa non solo i secoli, ma anche i generi letterari ,
riduttivo sarebbe definirlo Letteratura Teatrale,
in realtà siamo di fronte ad un testo di Poesia, di Teatro, di Filosofia , di Storia.
E’ narrata la storia di un uomo, la tragedia del Principe di Danimarca ,Amleto,
chiamato a vendicare l’assassinio del Padre,compiuto da mano fraterna,
e forse per questo, ancor più abominevole.

Cinque atti,
una lotta contro la Ragione ed ogni umana speranza di salvezza,
un’unica strada, per arrivare a compiere una vendetta,tanto richiesta dallo spirito paterno: la Follia.

Tragedia di un folle quindi, la finzione della follia per allontanarsi dal Mondo,
dall’Amore per Ofelia , che stringe il cuore e paralizza la volontà:
tragedia di un uomo che affronta i suoi fantasmi , i suoi dubbi , le sue paure ,
che abbandona la sua vita per votarsi interamente ad un unico sentimento: La Vendetta.

11olivier

Ebbene, rileggendo questo straordinario testo,
ho ritrovato una mirabile lezione di Teatro,
che desidero portare all’attenzione dei miei allievi, e amici del Blog:
siamo nel cuore del Terzo Atto,
Amleto sta allestendo, insieme ad una Compagnia di attori girovaghi ,
il dramma dell’assassinio paterno,
perché attraverso la finzione teatrale,
venga resa manifesta agli occhi dello zio usurpatore e assassino, la Verità

Teatro nel Teatro, Metateatro, che tanto caro sarà ,qualche secolo più avanti, a Luigi Pirandello…

amleto2_MGZOOM

Ed ecco ciò che Amleto raccomanda agli attori:

“Dite la battuta , vi prego, nel modo in cui ve l’ho pronunciata io,
in modo naturale.
Se vi metteste a vociare ,come fanno tanti attori,
preferirei che a recitare i miei versi fosse un banditore di piazza.
E non fendete troppo l’aria con le mani:
fate ogni gesto con misura ,
perché nel torrente nella tempesta,nel turbine della passione,
voi dovete raggiungere ed esprimere una moderazione che la ammorbidisca.
Non siate però troppo controllati,
lasciatevi guidare dal vostro criterio e gusto,
Accordate l’azione alla parola e la parola all’azione.
E state attenti a non oltrepassare i limiti della naturalezza,
perché l’esagerazione è contraria all’Arte teatrale,
il cui fine sia ieri che oggi,
è stato ed è quello di porgere , per dir così, uno specchio alla natura,
che mostri alla virtù il suo vero aspetto,
al vizio la sua vera immagine;
e d’ogni età e di interi cicli storici , impronta e forma(…)”

breve-guida-ad-amleto-di-william-shakespeare_332c9c8a0ef4d491a6160e08f6ebdd67

Continua…

(immagini prese dal web, Laurence Olivier interpreta Amleto)

Advertisements

20 thoughts on ““Amleto,ovvero, una Mirabile Lezione di Teatro”

  1. Perfetta citazione, di un testo con potenzialità veramente infinite. Si potrebbe azzardare a supporre che Shakespeare abbia dato le sue indicazioni su come recitare il suo stesso testo all’intero di questa tragedia. Anche se così non fosse, resterebbero delle indicazioni così veritiere che non potrebbero essere ignorate, nemmeno nella finzione!

    • Assolutamente corretto il tuo pensiero , essendo oltre che drammaturgo anche attore e capocomico , Shakespeare parla ai suoi attori attraverso le parole di Amleto, quindi un teatro nel teatro nel teatro …
      Solo un genio di tale livello poteva riuscirci 😊
      Bellissimo commento , grazie penny , un bacino a ginny ❤️
      Un abbraccio ,
      Barbara

  2. Ti ringrazio di cuore cara Barbara per aver riportato questa citazione. Niente di più vero . Amleto ha semplicemente detto tutto, su quello che è il teatro e come va rappresentato. E aver messo la foto di Amleto , interpretato dal grande Lawrence Olivier, lo trovo perfetto. Un abbraccio. Isabella

  3. Barbara, trovo affascinante questa opera nella sua brutalita’ , ancor più complessa del Macbeth che siamo andati a vedere.
    La Follia nel Teatro mi rendo conto che fu una “invenzione” geniale per denunciare le verita’ scomode da dichiarare..
    Sarebbe interessante poter vedere rappresentato a Teatro questo testo.
    un abbraccio

    • La follia come mezzo per arrivare al vero , come unica possibilità di essere nella verità …un tema caro in seguito a Pirandello .
      Purtroppo questa opera strepitosa oggi non trova un degno interprete , se vorrai ti farò vedere quella che resta la sua più alta espressione che é “l’Amleto di Vittorio Gassman ” .
      Un grande abbraccio cara Paola 😊

  4. Ma Amleto era folle? No. E’ in questa follia il nocciolo ancora da chiarire su quest’opera, come dici all’inizio del post…
    Amleto e la vita e la morte. Amleto con i suoi dubbi, la sua vendetta rimandata….
    Tramite la follia ha espresso la voglia di cercare una giustificazione alla sua vendetta.
    Perchè credo che Amleto non sia folle, perchè la lezione di testro che è da te riportata nelle sue parole non può essere di un folle, il folle forse recita la sua parte spontaneamente perchè chi è folle non ha limiti, Amleto è chiaro, perfetto, usa la ragione…Sai che non avevo pensato ad arrivare ad una lezione di teatro tramite quest’opera. Il bello di conoscerti è anche questo: quanto fai vorticare la mia mente e cercare di capire, coprendere…La Maestra

    • Amleto non è pazzo, finge follia per giungere al Vero !
      Ma agli occhi di tutti Amleto è impazzito ,è fuori dalla ragione, poiché davanti all’empietà che abita la Danimarca , anche un saggio impazzirebbe…
      E allora la follia è fuga dalla realtà,
      l’unica via per arrivare a toccare la verità,
      per svelare tutto il marcio della Danimarca!
      Sono felice di aver sollecitato la tua mente mia carissima amica 🙂
      Un bacio dalla Maestra 😉

  5. Com’è incredibilmente moderno il Bardo, vero?
    Com’era tutto avanti di secoli, nell’Inghilterra elisabettiana…
    Grazie dei tuoi pensieri, e grazie per il tuo desiderio di condividerli tramite il tuo blog 🙂

    • grazie a te per il commento e benvenuto nel mio blog!
      Shakespeare , incredibilmente moderno e classico al tempo stesso, un poeta, un attore, un drammaturgo, un’anima eletta…
      Grazie ancora per la tua presenza e per il garbo, e complimenti per il il tuo blog, le tue scelte musicali sono eccellenti …
      Un saluto gentile,
      Barbara

  6. Visto che ami Shakespeare, torna domani, se ti va, a dare un’occhiata al mio blog: troverai un articoletto dedicato alla Canzone del salice nel IV atto dell’Otello. Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensi; e, se avrai qualche appunto o critica da farmi, non esimertene!
    Buona serata 🙂

    • Conosco bene la canzone del salice di Desdemona, e sarò lieta di leggere il tuo post a riguardo…
      Ti lascerò il mio pensiero con piacere,
      grazie e una buona serata,
      Barbara

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s