La Pausa, ovvero quando la Parola tace

La lettura ad alta voce è la messa in atto della nostra vita.

Dare voce alla parola, significa dare voce alla propria anima, che in quella parola amplifica la sua espressione,che in quella parola ritrova la sua verità e la sua luce.

Per poter stringere la distanza, che tuttavia sussiste tra noi e la parola scritta, sarà necessario servirsi di una Tecnica di lettura, capace di sostenere le nostre intenzioni, e la nostra espressione umana e artistica.

Nell’affrontare la lettura di un testo, il primo passo sarà quello di inserire, all’interno di quest’ultimo, delle “Pause di Senso” ,che ci aiutino a far emergere il senso profondo, e quindi il significato, delle parole.

Ma cos’è la Pausa?

La Pausa è Silenzio…
Silenzio della voce, silenzio dell’anima.
Silenzio che deve alternarsi alla voce, perchè da questo contrasto vitale, nascerà Il Teatro, che di contrasti , luci e ombre si nutre da secoli.

Si segnerà un trattino verticale | per indicare una pausa di silenzio di un tempo.

Si segnerà un doppio trattino verticale || per indicare una pausa di silenzio di due tempi.

La domanda più frequente,posta dai miei allievi, riguarda la corrispondenza delle pause con la punteggiatura;
ripeto spesso a lezione, che la pausa di un tempo, corrisponde alla virgola, mentre quella di due tempi, coincide con il punto.

Questo per essere tecnicamente perfetti.

Ma una volta assimilata la tecnica, suggerisco loro di dare spazio alla sensibilità personale , di ascoltare ciò che le parole sono pronte a comunicare, di inserire le pause seguendo i battiti del loro cuore, seguendo il movimento della loro anima.

In questo modo, si potrà lavorare un testo in infiniti modi, tutti diversi tra loro, come diverse sono le anime, che con quelle parole dovranno confrontarsi.

Perchè ciascuno è il proprio Teatro…
Perchè ciascuna anima è bellissima nella sua unicità.

Advertisements

15 thoughts on “La Pausa, ovvero quando la Parola tace

  1. Buon giorno cara Barbara, che piacere leggerti, … mi ricordo ancora le parole (insegnamenti) della mia nonna!
    La Pausa è Silenzio…
    Silenzio della voce, silenzio dell’anima.

    Una meraviglioso buona giornata per te ❤

    • che piacere averti nel mio blog cara Lisa, grazie per la presenza e per il commento, che sia per te una bellissima giornata ricca di parole e pause piene di senso:)
      un bacio
      Barbara

    • che meraviglia…
      i tuoi versi che commentano un mio post…
      grazie per questo dono prezioso cara Mistral,
      ti abbraccio forte e che sia una giornata luminosa per te!
      baci
      Barbara

    • bè questa pausa cara Marù è stata sicuramente di due tempi e piena di senso, ma le tue parole di buongiorno mi sono mancate,
      perchè sempre mi regalano un’emozione, un sorriso e uno spunto su cui riflettere..
      ora vado a leggerti:)
      un bacio grande
      Barbara

  2. Dolce barbara dalla tua lettura si capisce tutto: il dolore, la felicita, l`amore, l`odio, l`indifferenza. E` bello sentirti leggere la nostra parte, da questo riusciamo ad interpretare meglio. Grazie un

    • Grazie a te cara Paola,
      in ogni lettura che vi dono cerco di restituirvi il senso perduto delle parole ritrovate in voce,perchè tornino a suonare nell’aria , perchè arrivino dritte al vostro orecchio e al vostro cuore con rinnovata forza e dignità.
      Questo ogni buon attore dovrebbe fare quando si appresta a dar voce e quindi a far melodia delle parole.
      Ti abbraccio e ti aspetto domani a lezione per leggere i testi del nuovo spettacolo.
      baci
      Barbara

    • bellissimo questo movimento che hai creato, giocando con le mie parole e le pause!
      Ottimo esercizio caro Tommaso;)
      hai assimilato perfettamente la tecnica andando “oltre”,come sempre il Teatro chiede…
      un abbraccio e una buona giornata per te:)
      Barbara

      • Che belli che sono i silenzi!!!!!
        Lunedì vedrai come mi sono divertita a dare le pause alla poesia 😉 ! ( ehm ..speriamo giuste!)
        I silenzi nella recitazione mi piacciono molto perché è’ il momento più intenso ..parlano solo il corpo e gli occhi ..lo spettatore rimane lì in emozionante attesa..
        Mi vengono in mente i leggendari silenzi di Adriano Celentano sul palco…oppure il film “Non e’ un paese per vecchi” ma tornando al teatro Eduardo de Filippo non ha incantato con i suoi silenzi tanti spettatori..?
        Baci
        PaolaSibilla

      • Sono davvero curiosa di sentire le pause che hai inserito nella poesia della Dickinson, e non solo , sono curiosa di vedere l’esercizio con le indicazioni che ti ho dato per aggiungere valore alle tue intenzioni;)
        Le pause devono sempre essere piene di senso, Eduardo era maestro in questo,i suoi silenzi erano dinamici come le sue parole, i suoi respiri erano teatro in ogni istante.
        Ti abbraccio forte cara PaolaSibilla, ci vediamo lunedì a lezione,
        baci
        Barbara

  3. Al di fuori della bellezza completa del post, come sempre incisivo e rivelatore, quanto sono belle queste parole:”…Perchè ciascuno è il proprio Teatro…/Perchè ciascuna anima è bellissima nella sua unicità.”. Grande anima la tua.
    PS Sai che quando sono sola leggo spesso ad alta voce, i libri sopratutto, mi sembra di capire meglio ciò che è scritto e mi piace ascoltare la mia anima.

    • Mia cara amica,
      l’esercizio della lettura ad alta voce è prezioso, è un modo per liberare l’energia che spesso tratteniamo nell’anima,libera e ricarica al tempo stesso.
      Prova ad inserire le pause nel testo che leggerai e vedrai come il movimento della voce cambierà, stringerai la distanza con le parole, e ti renderai conto di quanto sia sublime “sentirsi voce”…
      Ti abbraccio fortissimo e sempre grazie per le parole dolcissime mi riservi, grazie davvero.
      baci
      Barbara

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s