Waiting for Marilyn

Gentlemen_Prefer_Blondes

Tra pochi giorni, esattamente venerdì, andrò in scena con lo spettacolo dedicato a Marilyn Monroe, a cui sono particolarmente legata.

Questa sarà la terza edizione di un Recital, che debuttò nel 2011 a Roma.
Stavolta l’evento sarà in una location speciale, e allo Spettacolo si accompagnerà una cena degna della splendida Diva, di cui racconterò, in un lungo monologo, la vita, e i pensieri più privati.

Sono entusiasta di tornare ad interpretarla.

Caricherò in un post ,la prossima settimana, alcuni passaggi dello spettacolo , in modo che possiate iniziare a conoscere più da vicino il mio mondo e il mio lavoro.
Un lavoro che parte dalla disciplina e dal rispetto del prossimo, un lavoro che richiede sacrifici costanti, che non conosce vacanze e feste comandate, che ti insegna a conoscerti , a gestire costantemente le tue emozioni sul palco e fuori, che ti dona capacità di ascolto, perchè le indicazioni della Regia devono essere ben comprese per poter essere tramutate poi in gesti e voce..
Perchè la Regia, come ho già sostenuto in diversi post, ha potere assoluto sulla scena , le sue regole vanno assimilate e rispettate, per il proprio e l’altrui bene.

A tal proposito, ho apprezzato il like che oggi è stato dato al primo post che scrissi su questo Blog..
“La regia non si contraddice”..
Confermo tutto ciò che scrissi..
E lo confermo ancor di più dopo gli ultimi mesi, e gli eventi accaduti, e riporto quanto ho detto ad una aspirante allieva, la scorsa settimana ,in una presentazione dei miei corsi:

Può e deve insegnare Teatro , può e deve far Regia solo chi ha le credenziali per farlo, chi vive di questo lavoro, chi si addormenta pensando Teatro e si sveglia pensando Teatro,(concordo con quanto affermato da Carmelo Bene in un’intervista “Io considero uomo di Teatro , chi si dedica al Teatro dalla mattina alla sera”) . Al bando tutte le cialtronerie che girano, tutti coloro che credono di essere diventati attori o registi dopo un annetto o due trascorso in una scuola di Recitazione..

Non basta una vita , come spesso ripetevano i miei Maestri…

Amo il Teatro che è la mia vita, non semplicemente il mio lavoro…

E sono felice di comunicarlo a voi ,miei nuovi amici, e anche un po’ allievi, se mi permettete di considerarvi così.

E venerdì sera sarete con me, con me e Marilyn, per rendere omaggio alla sua Vita, al suo Talento , alla sua Bellezza, ma in termini generali all’Arte del Cinema e del Teatro, che lei tanto amava.

l

(immagine tratta da “Sognando Marilyn”, edizione del 2011, sì sono io quella al leggio…)

Advertisements

11 thoughts on “Waiting for Marilyn

    • Cara Mistral grazie a te e crepi il lupo;)
      faccio mie le tue parole , è vero non si può pensare alla vita senza il teatro che ne è rappresentazione e rilfesso…
      ti abbraccio e grazie per il commento

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s